Cohen, Coppola e Venezia chiudono il Jazz in Capri con “Champagne” insieme al grande Peppino di Capri

Cohen, Coppola e Venezia riscaldano il pubblico con virtuosismi di inedita bellezza e poi il grande Peppino di Capri a concludere la settima edizione  una manifestazione di grande spessore musicale.

Da Capri Louis Molino – Volano emozioni alla Certosa di San Giacomo, uno spettacolo in due tempi che vedono protagonisti i virtuosismi del pianoforte di Cohen e la batteria di Coppola che non lasciano pause ai tanti spettatori dell’ l’affascinante chiostro piccolo della Certosa di San Giacomo e poi l’annunciato Peppino di Capri, le emozioni dei suoi successi in una chiave di ascolto inedita che a tratti sembra emozionare lo stesso Peppino e che a fine concerto chiede ai giovani musicisti di partecipare alla sua festa nel 2018 per i 60 anni di attività musicale.  Al termine della serata é stato consegnato dal Sindaco di Capri Ing. Gianni de Martino uno speciale premio alla carriera al grande  Peppino di Capri

Scopri "Un'Altra Capri"

La serata é stata presentata impeccabilmente dalla brava Giusy Perrotta dell’ associazione Nesea eventi Culturali con Roberta De Martino e Melania Esposito insieme a Marco Milano e a tutto lo staff tecnico e artistico della manifestazione.

– DAL MIO PUNTO DI VISTA –

Si conclude  la settima edizione del Jazz in Capri 2017 con un resoconto di 3 grandi serate, dove la  protagonista é stata la musica sotto tutti gli aspetti e le forme, attendendo la prossima edizione con la speranza che si possa “spostare” il Festival nel vicino Chiostro Grande della Certosa di Capri dove la capienza maggiore darebbe la possibilità di far gustare il meraviglioso Jazz in Capri a più spettatori.  (Louis Molino)

 
Cohen, Coppola e Venezia chiudono il Jazz in Capri con “Champagne” insieme al grande Peppino di Capri ultima modifica: 2017-09-02T10:20:07+02:00 da Louis Molino