Lettera aperta: Concittadini capresi non perdiamo anche la tradizione delle bande folkloristiche

Riceviamo e volentieri pubblichiamo integralmente una lettera arrivata al nostro indirizzo email info@caprinotizie.it  di un nostro lettore. A.F.
Cortese redazione di Capri notizie siccome siete sempre molto attenti alle tradizioni che purtroppo su questo florido scoglio spesso cadono nel dimenticatoio, chi più di voi può farmi da megafono per questo grido di dolore che con tutte le forze  voglio lanciare agli amministratori e ai miei concittadini. Non facciamo scomparire le tradizionali bande Putipu’, l’anno scorso una sola banda ha partecipato ai tradizionali festeggiamenti di inizio anno, e pensare che fino ad una decina di anni fa’ le bande folkloristiche erano 4-5 e si sfidavano a colpi di antiche melodie napoletane, sui palchi allestiti nelle piazze principali dell’ isola di Capri. INVITO  GLI AMMINISTRATORI DEI DUE COMUNI DI INVESTIRE UNA PARTE PROVENTI DELLE TASSE DI SBARCO ETC…. IN MANIFESTAZIONI STUDIATE PER RISPOLVERARE E NON FAR MORIRE LE TRADIZIONI, IN CORSI E PERCHE’ NO IN UNA VERA SCUOLA DI TARANTELLA DI MUSICA FOLKLORISTICA. INOLTRE DURANTE TUTTO IL CORSO DELL’ANNO PROPORRE DELLE ESECUZIONI NELLE PIAZZE DELL’ ISOLA.  Spero di trovare spazio sul vostro giornale online, la cultura di un paese passa sopratutto per le tradizioni e quelle non si dovrebbero perdere mai.  Alfonso F.
Sig. Alfonso felice di accogliere la sua lettera e di condividerla con i nostri lettori , anzi invito tutti gli amici di Capri Notizie di esprimere  nei commenti sottostanti…. inserito da Louis Molino fonte: lettera
Lettera aperta: Concittadini capresi non perdiamo anche la tradizione delle bande folkloristiche ultima modifica: 2012-11-22T15:36:07+02:00 da Louis Molino