Intervista al giovane campione caprese di tiro con l’arco Leopoldo Cataldo

Scopri "Un'Altra Capri" L’ isola di Capri rappresentata in giro per l’italia da una piccola-grande squadra di tiro con L’arco che a distanza di pochi anni dalla fondazione ha portato tanti  ragazzi capresi nei primi posti nazionali di questo antico sport, uno di questi é  Leopoldo Cataldo che a soli 17 anni ha gia’ vinto ben 4 titoli nazionali, intervista al giovane campione: Ciao Leopoldo, é un grande piacere intervistare un giovane caprese che si distinge per uno sport, non é cosa di tutti i giorni, ti faccio i miei complimenti e ti volevo chiedere, precisamente quanti titoli italiani sei riuscito a vincere? (Leopoldo Cataldo) Attualmente quattro  due  di squadra e due assoluti ,più una  medaglia di bronzo Il tiro con L’arco é uno sport di squadra che richiede molto impegno, cosa ti ha dato oltre le vittore questa disciplina?  Personalmente  tutto , mi ha dato l’opportunita di girare parte dell’italia ,conoscere altra gente , e poi quando vinco provo una sodisfazione che e difficile spiegare Tanti successi in giro per l’ Italia insieme ad una squadra “Arcoclub Capri” molto compatta ma hai mai pensato che te o qualche altro giovane caprese, visto i grandi traguardi che siete riusciti a raggiungere, possa addirittura partecipare alle Olimpiadi? Ma non lo so ,Olimpiadi e una parola troppo grossa, però se l’associazione dove io sono iscritto non cesserà di esistere può accadere qualcosa di molto importate L’ isola di Capri parte disagiata nel settore sportivo, sia per la difficolta nei collegamenti con le altre realta’ nazionali , che  per le gravi carenze strutturali che spesso demoralizzano i giovani ad intraprendere una nuova avventura sportiva, Leopoldo tuhai mai pensato di lasciare questo sport? Qualche volta nei momenti più tristi, ma poi penso a quello che perderei, e mi ricarico Come dicevo poco fa’ una grande squadra di tiro con l’arco in una piccola isola gestita ed allenata da 2 giovani coach Bruno ed Ermina De Martino, cosa  ne pensi di loro? Ma per me più che tecnici sono come due famigliari, ma preparati a tutto ,visto che riescono bene in tutte e tre le tipologie di tiro Compound Olimpico ,Arco Nudo, però come tutte le cose hanno i loro limiti , diciamo che vanno bene fino alla preparazione di ragazzi all’ivello italiano , infatti nel compound anni fa conquistarono un Argento , nell’arco olimpico hanno partecipato a più edizioni della coppa italia Giovanile arrivando al bronzo ,e poi le medaglie che ho conquistato nell’arco nudo  le devo in parte anche a loro. Leopoldo parlavamo poco fa’ dello sport a Capri e delle difficolta’ che incontrano i giovani nel seguire una passione, credi che possa continuare a lungo questa disciplina sull’ isola ? Io me lo auguro anche se il nostro presidente ci nasconde molte cose per non demoralizzarci , ma  so che lui vorrebbe molto di più per i sacrifici profusi,e darci molto di più per raggiungere altri obbiettivi , spesso estato penalizzato, e abbandonato , da atleti di valenza e dai collaboratori , per non parlare  dei contributi sportivi che il comune destinano ogni anno, vedi siamo sempre gli ultimi ,eppure nessuna associazione caprese fino adesso a portato tanti risultati sull’isola.però devo dire che il nostro sindaco ci ha elogiato sempre. Quanti ne siete a praticare questo sport a Capri? Non molti circa una trentina , ma come tu sai  e uno sport molto difficile, per questo la maggior parte preferisce gli sport di squadra , poi come dice sempre il nostro presidente , “noi non dobbiamo mai andare a chiedere e fare propaganda per acquisire ragazzi”  quest’anno si e assistito ad un vergognoso  accaparramento di  ragazzi  da parte di alcune società, “cosa vergognosa”  nella nostra squadra chi  vuole praticare  il tiro con l’arco e libero di farlo e venirci a trovare spontaneamente. Grazie Leopoldo e tanti auguri per un futuro pieno di riconoscimenti e di medaglie.
Intervista al giovane campione caprese di tiro con l’arco Leopoldo Cataldo ultima modifica: 2012-12-01T09:45:58+02:00 da Louis Molino