Il Mirto di Capri: Proprietà e la Ricetta del liquore chiamato “Murtell” (VIDEO)

Tempo di Lettura: 2 minuto

Un viaggio nella zona della Piazzetta delle Noci a Capri, dove prolifera la macchia mediterranea per parlarvi del Mirto, della pianta con innumerevoli caratteristiche, usata dall’ antichità come pianta ornamentale e famosa per il liquore che si estrae dalle sue bacche chiamato a Capri ” U Murtell”

Da Capri Louis Molino – La letteratura ci dice che il Mirto era una pianta sacra alla dea Venere, dove  essa trovava  rifugio in un boschetto di mirti, appena nata dalla spuma del mare.. a Capri é molto comune imbattersi in queste piante odorose sempreverdi che in passato venivano impiantate anche nei giardini come splendide bordature, ma conosciamo da vicino Il Mirto di Capri

Caratteristiche della piante del Mirto:

La Pianta del Mirto ” La Murtella” è molto aromatica,  è un arbusto abbastanza grande, arriva anche ai 3 metri di altezza, e il suo aspetto è da cespuglio, abbastanza fitto e con ramificazioni sottili e profumate. La corteccia  invece è di un colore quasi rosso che crea un delizioso contrasto con il colore verde scuro delle foglie ,piccole e dalla forma lanceolata. In estate spuntano numerosi i piccoli fiori bianchi, profumati, e si crea una sorta di tricolore aromatico. Dopo i fiori, arrivano i frutti, alla base del liquore tanto famoso. Sono piccole bacche di colore blu scuro o al massimo nere , le bacche sono commestibili e sono l’ingrediente principale per il Liquore che a Capri si chiama “U Murtell”

Il Liquore di Mirto, Ricetta caprese

Raccogliete le bacche di Mirto ,lavatele e lasciatele appassire per 3 giorni, anche se vi ci sono delle foglie non preoccupatevi  Poi si mette tutto in contenitori di vetro scuro, colmati di alcool etilico a 95° fino sommergere completamente le bacche ma non troppo oltre. Lasciamo alla luce per alcuni giorni questi contenitori, poi mettiamoli in un luogo chiuso per circa 40 giorni, periodo consigliato per la macerazione.

Sgrondate le bacche e ottenuto l’estratto, va filtrato con filtri in carta assorbente mentre si prepara anche uno sciroppo sciogliendo a caldo lo zucchero in una quantità adeguata di acqua. Di solito vengono indicate quantità medie in peso composti da 300 g di bacche, 300 g di alcool e uno sciroppo ottenuto sciogliendo 250 g di zucchero in 250 g d’acqua

 

 

Leggi anche: Vacanza a Capri in primavera ecco dove alloggiare

loading…




 




Il Mirto di Capri: Proprietà e la Ricetta del liquore chiamato “Murtell” (VIDEO) ultima modifica: 2017-10-29T06:00:27+00:00 da Louis Molino