Capri: Don Vincenzo Simeoli custode del “Apiana” l’uva moscata degli Imperatori Romani

Tempo di Lettura: 2 minuto

don vincenzo uva 5

Don Vincenzo Simeoli apre i cancelli della sua vigna di Palazzo a Mare a Capri dove scopriamo che il sacerdote caprese noto per le sue opere divulgatorie e di ricerca sulla storia dell’ isola custodisce con molta passione delle storiche viti di uva “Apiana” più conosiuta dagli esperti come “Il Moscato Rosa ” derivata dalla varietà  “Columella” con la quale ottenevano un pregiato vino già 2000 anni fa gli imperatori romani.

La varietà di uva é   impropriamente conosciuta come “Il moscato Rosa” in quanto la “Columella” é un vitigno autoctono a se stante che produce  un vino di intensa e spiccata fragranza molto lontano dal gusto “moscato”

Di seguito alcune foto scattate dalla nostra redazione nella vigna  curata da Don Vincenzo Simeoli nella zona storica e antica di Palazzo a Mare.don vincenzp uva 5 don vincenzo uva 7 don vincenzo uva 3 Don vincenzo uva 1 don vincenzo 3 donvincenzo uva2 don vincenzo uva 5

 

 Leggi anche: Vacanza a Capri, le offerte last minute per hotel e b&b

loading…




 

Capri: Don Vincenzo Simeoli custode del “Apiana” l’uva moscata degli Imperatori Romani ultima modifica: 2015-08-24T17:54:51+00:00 da Louis Molino