Sanità a Capri: Paolo Falco ” Basta alla precaria situazione dell’ ospedale di Capri” le reazioni arrivano dalla rete

Scopri paolo falco Il consigliere delegato alla sanità del comune di Capri dott. Paolo Falco nel tardo pomeriggio di ieri affida a Facebook un bollente comunicato, che pubblicheremo integralmente a fine articolo, dove sottolinea la lenta agonia della sanità caprese, il “grido di allarme” pubblicato da Falco in pochi minuti fa il giro del web, centinaia le condivisioni e i messaggi di approvazione. Il medico caprese da sempre in prima linea nelle problematiche sanitarie  della sua isola invita a tutti i capresi ad essere uniti e dichiara:
 ” il  diritto alla salute è sancito dalla Costituzione Italiana art. 32 ed è definito come “diritto fondamentale dell’individuo e interesse della collettività”. A me non sembra che questo diritto fondamentale sia tutelato in genere, ma men che meno a Capri!”
Continua poi in un commento sul suo profilo Facebook:
Una voce che grida e’ quella di un pazzo . Tante voci sono il grido che porta alla verita’ e la verita’ rende liberi. … tutti insieme senza paura!
Le reazioni arrivano dai commenti nei vari gruppi e profili dell’isola dei faraglioni, dove molti propongono una mobilitazione generale o comunque delle forti proteste per quello che è diventato nel corso degli anni una grande problematica della comunità caprese. AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE (segue la dichiarazione integrale del dottor Paolo Falco (delegato alla sanità del Comune di Capri )
Ormai è giunto il momento delle scelte. Restare a guardare o agire. Quello che si sta consumando ai danni della popolazione dell’Isola di Capri è a dir poco vergognoso. Il diritto alla salute è sancito dalla Costituzione Italiana art. 32 ed è definito come “diritto fondamentale dell’individuo e interesse della collettività”. A me non sembra che questo diritto fondamentale sia tutelato in genere, ma men che meno a Capri! I problemi dell’assistenza sull’Isola vengono da lontano, sono decenni che, e cito testualmente le parole di un amico ben informato ” gli interessi prevalenti sono sempre stati quelli economici e quelli di carriera; vi è sempre stata la rincorsa a posizioni di privilegio…” e continua “eccezionalmente si è lavorato per l’efficienza ed il potenziamento della struttura “… NON so se questo è vero, ma suppongo che il mio amico che ha “sognato” queste cose sia ben informato. Dico che qualunque sia il passato è ora di FINIRLA! Quella dell’Ospedale di Capri è una lenta agonia, oggi un pezzo domani un altro … Bisogna dire BASTA .Per dirla con una frase famosa ” NON CI STIAMO A QUESTO GIOCO AL MASSACRO”. Oggi ho passato tre ore al Centro Direzionale sperando di risolvere qualche problema . Domani torno in ASL e Giovedì ho appuntamento d nuovo al centro Direzionale. Troverò qualcuno che mi ascolti. E se non lo trovo spero che la popolazione dia la forza a me e alle amministrazioni di farci sentire. Le lettere, ultima inviata oggi dai Sindaci a tutte le Autorità Regionali, rimangono inascoltate, gli incontri con tali Autorità sembrano inutili. Ma chi, se non l’ISTITUZIONE deve tutelare i cittadini. Bisogna ricordarsi che se ci sono delle omissioni ci saranno delle responsabilità, dopo non si dica che non erano stati avvertiti. Comunque la PAZIENZA HA UN LIMITE . Speriamo che qualcuno ci ascolti … chi è credente preghi … ma ognuno per il suo, diamoci da fare
(fonte: comunicato facebook )
Sanità a Capri: Paolo Falco ” Basta alla precaria situazione dell’ ospedale di Capri” le reazioni arrivano dalla rete ultima modifica: 2014-12-02T12:15:57+02:00 da Louis Molino