Il ritorno del Festival di Napoli? Peppino Di Capri, Cigliano e Di Francia: piace l’idea del festival di Gigi D’Alessio

Ai big degli anni d'oro del Festival della Canzone Napoletana piace la manifestazione d'intenti di Gigi D'Alessio e dalle pagine del Corriere del Mezzogiorno...

Da Capri Louis Molino -  Dalle pagine del Corriere del Mezzogiorno dello scorso 17 Febbraio a firma del giornalista Vanni Fondi si diffonde l'idea di riproporre la Kermesse che proprio a Capri vide l'ultima edizione vinta dal nostro Peppino di Capri, riportiamo parte dell' articolo:

 "   Il ritorno del Festival (della canzone) di Napoli? Dopo la manifestazione d’intenti di Gigi D’Alessio, che si candida a dirigerlo, sembra essere un’ipotesi gradita (anche se con riserve) dai big che di quella kermesse furono protagonisti assoluti. A partire dall’ultimo vincitore, Peppino Di Capri, che arrivò primo nell’ultima edizione del Festival di Napoli, quella del 1970 che si svolse a Capri. «Auguro grande successo a Gigi D’Alessio - dichiara l’artista dalla carriera e dai successi pluricinquantenari - e mi fa piacere che sia un napoletano a guidare questa ipotesi di rinascita anche perché poi si dovrebbe citare l’ultimo vincitore, che è un certo Peppino Di Capri... A parte gli scherzi, non vorrei, però, che sul palco ci sia poi solo rap a tutta forza o l’ennesima canzone sulla Terra dei fuochi. Così non sarebbe una proposta all’altezza della manifestazione, mi riferisco naturalmente alle edizioni degli anni ‘50 e ‘60 fino a quella del 1970 in Piazzetta. Le altre non rappresentano nulla per me, inutile citarle. Il problema di ora - continua Di Capri - è che non ci sono autori come allora e non vorrei che rimettendo su il Festival si faccia poi da sponda ad altre critiche. E poi gli ospiti? Pensa veramente che invitando Tiziano Ferro o Zucchero li si possa convincere a cantare in napoletano? Verrebbero sì, ma a proporre la loro ultima canzone in italiano. Per la lingua napoletana ci vogliono gli autori e l’ultimo nostro baluardo è stato Pino Daniele. Ci sono gli altri, certo - conclude Peppino - da Eduardo De Crescenzo a Finizio e Sal Da Vinci: il materiale sarebbe ancora buono, ma non da 15 milioni di telespettatori come quelli di Sanremo.

 

Anche Mimmo Di Francia, autore dell’ultima canzone vincente nel ‘70 con Di Capri, punta sulla qualità. «Rimettere su il Festival di Napoli - dice - è un’impresa piuttosto difficile perché ci sarebbero tante richieste di partecipare da parte di cantanti inadeguati. Non voglio sembrare elitario, anzi, ma D’Alessio dovrebbe essere tosto e resistere all’assalto neomelodico e privilegiare autori e cantanti che ci possano riportare ai fasti di “Guaglione”, “Indifferentemente” o “Tu si’ ‘na cosa grande”. Comunque si tratta di una bella idea - continua Di Francia - e ci sarebbero anche gli interpreti bravi per metterla su: penso a Peppino Di Capri, Nino D’Angelo, Sal Da Vinci, Edoardo Bennato, Eduardo De Crescenzo o Gigi Finizio fra gli uomini e Pietra Montecorvino, Lina Sastri, Maria Nazionale e Monica Sarnelli fra le donne, non dimenticando i giovani rapper come Rocco Hunt o Clementino. Insomma, se D’Alessio riesce a fare un Festival di big veri e non di gente sconosciuta, se riesce a fare una selezione ad alto livello e di poche persone (non più di 16, come nel vecchio Festival di Sanremo), perché no?».

«Perché no?» è anche la risposta di un altro protagonista del Festival di Napoli, recentemente tornato a far dischi e musica dal vivo, Fausto Cigliano. Mi sembra una buona idea - dice Cigliano - e per me, che guardo sempre al futuro, sarebbe interessante pure prender parte a un nuovo Festival di Napoli, con i giovani». Non male per un artista che ha appena compiuto ottant’anni. "  Articolo di Vanni Fondi sul Corriere del Mezzogiorno: Articolo originale

   
Il ritorno del Festival di Napoli? Peppino Di Capri, Cigliano e Di Francia: piace l’idea del festival di Gigi D’Alessio ultima modifica: 2017-02-24T18:42:07+00:00 da Louis Molino