Audizione dell’ Ancim alla commissione ambiente per il disegno di legge sulle isole minori

Tempo di Lettura: 2 minuto

Mercoledì 13 febbraio il Presidente dell’ANCIM Ing. Gianni De Martino, Sindaco della Città di Capri, e la Segretaria dell’Associazione, dott.ssa Giannina Usai, hanno partecipato all’audizione presso le Commissioni riunite V (Bilancio, Tesoro, e Programmazione) e VIII (Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici) della Camera dei Deputati sul disegno di legge
delle Isole Minori.

Nel corso dell’audizione i rappresentanti dell’Associazione Nazionale Comuni Isole Minori hanno, ancora una volta, richiamata l’attenzione sulle principali problematiche che coinvolgono i territori isolani: dalla sanità all’istruzione, dai collegamenti marittimi alla giustizia, dal turismo ai servizi pubblici. In particolare l’accento è stato posto sulla necessità di garantire una più ampia autonomia nella “governance” dei
territori isolani, ma sempre con il coinvolgimento ed il coordinamento di tutti i Ministeri competenti, dei rappresentanti delle sette Regioni alle quali appartengono le piccole isole italiane, di sette sindaci, uno per ogni territorio regionale.


“Gli emendamenti prospettati dall’ANCIM nascono dalle reali esigenze dei nostri territori, quindi dal basso, e sono frutto delle esperienze che solo chi vive una realtà così particolare può conoscere” – dichiara il presidente De Martino – “Ci auguriamo che il nostro contributo alla predisposizione della Legge per le Isole Minori possa finalmente portare al riconoscimento di quelle condizioni di ‘disagio’ che i nostri territori, troppo semplicisticamente visti solo come i luoghi dello svago e del divertimento, invece quotidianamente soffrono. Non possiamo essere ricordati solamente per le nostre bellezze, la nostra storia, la nostra ospitalità, la nostra cultura; anzi per garantire questo abbiamo bisogno che i servizi pubblici essenziali, in primis la sanità, l’istruzione, i trasporti, la ricettività possano essere organizzati con norme e deroghe che ci consentano sostenibilità e
vivibilità territoriale”.
Anche la dott.ssa Usai, Segretaria dell’Associazione, ha richiamato l’attenzione sulla necessità di un attento esame dell’art. 3 del Disegno di Legge “L’articolo 3 è il punto nodale del Disegno” – dichiara Giannina Usai – “perché costituisce l’anima della ‘governance’ del Comitato di coordinamento delle Isole Minori. L’esperienza del passato ci ha confermato che solo così si potrà ripetere il successo ottenuto all’inizio del duemila quando i Comuni sono stati capaci di impegnare e spendere, per investimenti sui propri territori, oltre cinquanta milioni di euro con grande risvolto anche sul piano occupazionale e con il
coinvolgimento dell’imprenditoria locale. Auspichiamo, pertanto, che la camera apporti le modifiche soprattutto agli articoli sulla “governance” che costituisce il vero punto qualificante e di innovazione dell’agire sui temi dello sviluppo economico”.


I rappresentanti dell’ANCIM hanno, in conclusione, avuto modo di ringraziare la Commissione ed in particolare il Presidente, On.le Benvenuto, e gli onorevoli Gagliardi, Boccia e Buratti che hanno prestato grande attenzione sugli argomenti esposti dall’Associazione.

Leggi anche: Vacanza a Capri, le offerte last minute per hotel e b&b
loading…
 
Audizione dell’ Ancim alla commissione ambiente per il disegno di legge sulle isole minori ultima modifica: 2019-02-15T15:38:02+02:00 da Louis Molino