“NON UN SOLO EURO PERSO” ANCHE CAPRI IN PRIMA LINEA PER LA RACCOLTA’ DI FONDI PER LE POPOLAZIONI TERREMOTATE DI AMATRICE E DINTORNI

capri piazza piazzetta centro campanile isola La Comunità Ecclesiale di Capri e la Associazione Croce Azzurra di Padre Pio hanno promosso ed organizzato una raccolta di fondi in favore delle popolazioni dell’Italia Centrale colpite dal terremoto del 24 agosto scorso. All’iniziativa fornisce il proprio sostegno anche la Città di Capri e collaborano, altresì, i volontari delle diverse Associazioni presenti nell’Isola di Capri tra le quali, in particolare, la San Vincenzo de’Paoli, la UNITALSI Sottosezione di Capri, la FIDAPA, lo Yacht Club Capri, la Federcaccia, l’ANFFASS, la Società Operaia di Mutuo Soccorso, la Capri Outdoors, Associazione Avvocati Isola di Capri, il Napoli Club Capri, il Club Scacchi Capri, la Capri Senza Barriere. Il gazebo e l’urna per la raccolta dei fondi, con le tabelle esplicative in diverse lingue, sono stati installati nel cuore pulsante della vita sociale, civile e mondana caprese ovvero in adiacenza alla piazzetta di Capri meglio nota come “il salotto del Mondo” L’iniziativa era originariamente prevista per la sola domenica del 28 agosto scorso ma la grande gara di solidarietà e la partecipazione sentita e commossa riscontrata hanno indotto gli organizzatori a prorogare per la intera settimana dal 28 agosto al 4 settembre il periodo di raccolta dei fondi. E’ stata, infatti, inaspettata la grandissima solidarietà riscontrata nel primo giorno di raccolta da parte di tutti coloro che, per qualsiasi ragione si sono trovati a Capri in questi giorni, (capresi, non capresi, turisti giornalieri, vacanzieri, italiani, stranieri) hanno sentito il desiderio di donare un proprio contributo economico come gesto di affetto e vicinanza alla popolazione colpita dal tremendo terremoto. Commovente, ad esempio sono state le donazioni offerte da gruppi di cinesi ed asiatici dopo aver letto, nelle diverse lingue, le ragioni della raccolta. Allo stesso modo, commoventi sono state le donazioni effettuate sia dai turisti giornalieri che, stanchi e con grande sobrietà, arrivano per poche ore sull’Isola sia dei vacanzieri più stanziali i quali hanno sentito il desiderio di partecipare con un gesto di generosità al dramma umano delle persone colpite dal terremoto. Domenica 4 settembre al termine della funzione religiosa delle ore 19,00 in Capri nella ex Cattedrale Santo Stefano il totale della raccolta dei fondi sarà pubblicamente attestato e reso nota da un Notaio alla presenza delle Autorità civili, religiose e laiche della comunità caprese e l’intero importo raccolto sarà depositato su apposito conto. Come è stato precisato dagli organizzatori : “non un solo euro della raccolta dovrà andare perso o sprecato” e, per evitare questo rischio, la finalizzazione della raccolta alle popolazioni terremotate avverrà nel momento in cui saranno successivamente definiti e chiariti non solo gli interlocutori istituzionali e civili in loco ma soprattutto la individuazione di una modalità di una erogazione diretta in favore delle popolazioni colpite mediante acquisto o finanziamento di beni o di opere pubbliche. (comunicato stampa) .
“NON UN SOLO EURO PERSO” ANCHE CAPRI IN PRIMA LINEA PER LA RACCOLTA’ DI FONDI PER LE POPOLAZIONI TERREMOTATE DI AMATRICE E DINTORNI ultima modifica: 2016-08-30T09:02:17+00:00 da Louis Molino